Come riciclare a casa

Quando si parla di riciclare a casa, si è soliti parlare delle tre R: riciclare, appunto, ridurre e riutilizzare. Attualmente, ogni persona in Italia produce una media di 4 chili di rifiuti al giorno. Un recente rapporto dell’AEA, l’Agenzia Europea per l’ambiente, ci dice che l’Italia è sulla buona strada per arrivare all’obiettivo Ue del 50% dei rifiuti urbani riciclati, nonostante i grossi divari che ancora ci sono tra regione e regione sulla messa in pratica del riciclo. Cinque paesi hanno già raggiunto questo obiettivo: Austria (63%), Germania (62%), Belgio (58%), Olanda (51%) e Svizzera (51%).
Ecco alcuni consigli per portare anche il nostro paese al raggiungimento di questo importante obiettivo.

Il primo passo per riciclare a casa è acquistare contenitori per l’immondizia in modo da dividere i rifiuti secondo la raccolta differenziata. Generalemente si suddividono in umido, plastica vetro e alluminio e carta, ma informatevi sempre presso il vostro comune sui metodi di raccolta dei rifiuti.

Avviare un sistema di compost domestico nel vostro giardino è un ottimo modo per riciclare a casa i rifiuti umidi. Con il compost domestico si possono riciclare anche i vecchi giornali e il materiale di risulta del giardinaggio. In questo modo avrete sempre un giardino fiorente e ben concimato, riciclando.

Un altro consiglio può essere quello di pensarci bene prima di buttare via qualsiasi oggetto della vostra casa. Ad esempio, se quel vestito non vi entra proprio più, invece di sbarazzarvene senza pensarci, donatelo, magari a un ente benefico oppure portatelo presso un centro di raccolta di indumenti usati. Sicuramente sapranno trovare qualcuno che lo apprezzerà oppure troveranno il modo per donargli una seconda vita.

Un ultimo consiglio per riciclare a casa è quello di evitare l’acquisto di prodotti contenenti sostanze tossiche o non riciclabili, che lascieranno la loro negativa traccia sulla Terra per moltissimi anni. Quindi da evitare sono, ad esempio, i pesticidi, erbicidi, vernici non ecologiche oppure gettare senza portare negli appositi raccoglitori o isole ecologiche batterie, olio di motore e antigelo, per un corretto smaltimento.