Parquet Cadorin - Ciliegio d’Ottocento spazzolato, finitura Corteccia

Cadorin presenta la linea Cortecce al MADE Expo 2015

Da sempre l’uomo ha trasformato il legno con finiture che non rappresentano veramente il tono reale del legno in natura. Le finiture con vernice o olio aumentano infatti l’intensità delle varie fibrature e le tonalità del legno assumono sembianze che risultano poco naturali. Queste finiture sono quelle che comunemente si utilizzano all’interno delle case.

Eppure, semplicemente camminando nei boschi o nelle campagne, è possibile capire che il vero colore del legno non è questo. Basti osservare il legno nel proprio aspetto grezzo in natura: rami sradicati di alberi, cortecce di vari fusti oppure assi e steccati offrono quelle che sono le vere colorazioni e tonalità del legno au naturel.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ info=”true” lightbox=”true”]

Osservando questa natura, Cadorin ha colto i veri colori originali e li ha realizzati nelle nuove finiture Cortecce all’interno delle proprie collezioni di parquet Listoni Epoca e Listoni Pregiati. Nelle finiture Cortecce le sfumature sono quelle tipiche che si trovano nel legno grezzo per natura – infinite tonalità di grigi, sfumature rossastre o color ruggine, striature marroni – e che molto spesso sono il risultato di intemperie. Il parquet così non appare più “artificiale”, bensì legno allo stato originale riportato all’interno di ogni abitazione sotto forma di Listoni di parquet.

Cadorin ha privilegiato legni provenienti da tutto il mondo. Nei Listoni Epoca, che rievocano parquet di un tempo, le specie legnose utilizzate sono:

  • Vecchia Noghera (noce);
  • Pero Spaccato;
  • Ciliegio D’Ottocento;
  • Segato D’Acero.

Nei Listoni Pregiati (legni selezionati da tutto il mondo), invece, sono:

  • Noce Nazionale (europeo);
  • Ciliegio Europeo;
  • Pero Europeo;
  • Noce Americano;
  • Acero Canadese.

I Parquet Green Cadorin: pavimenti in legno, materiale bio per eccellenza

La prima qualità green di un parquet è la completa sostenibilità del suo componente primario: il legno. Elemento naturale per eccellenza, il legno cresce naturalmente su molte tipologie di terreno. Acqua, sole e aria forniscono poi gli altri elementi fondamentali per il suo sviluppo. Rinnovabile e riciclabile, fa parte da sempre della vita di tutti e, grazie alle proprie pregevoli qualità di versatilità, duttilità, leggerezza e termo resistenza, offre molteplici vantaggi nell’utilizzo. Impiegato come pavimentazione delle abitazioni, ben si presta a interpretazioni artistiche e di design: è infatti possibile realizzare strutture portanti, personalizzate, funzionali ed estetiche, donando al contempo una piacevolezza abitativa fatta di calore e armonia. Un altro vantaggio esclusivo del parquet in legno è la capacità di garantire un isolamento termico ottimale, consentendo notevoli risparmi energetici.

Le Stelle Green, una certificazione Cadorin ecosostenibile

L’offerta di parquet in legno Cadorin, in particolare, nasce dall’esperienza e dall’abilità delle proprie maestranze che, unite a moderne tecnologie, garantiscono un alto profilo qualitativo e il massimo delle prestazioni: precisione d’incastro, planarità, stabilità, solidità. Le procedure di lavorazione e ogni componente utilizzato nella costruzione dei listoni vengono chiaramente dichiarati nella scheda identificativa di prodotto e nel certificato di Qualità. Una nuova certificazione testimonia l’etica Cadorin, da sempre rispettosa dell’ambiente e della salute dell’uomo nella produzione aziendale. Basata sui criteri dei Crediti LEED® NC ITALIA 2009 – GBC HOME, questa certificazione contribuisce a diversi Crediti Leed nella costruzione e certificazione degli edifici Green. All’interno di un’ampia gamma di collezioni, da oggi si potranno individuare i prodotti che si pongono maggiormente all’insegna dell’ecosostenibilità e che acquisiscono Stelle Green nella Certificazione Cadorin. Si tratta di un vero e proprio certificato sottoscritto da Cadorin che attesta e riepiloga le caratteristiche del parquet che risponde all’ecosostenibilità e ottiene un maggior punteggio Stelle Green.

I criteri analizzati sono diversi, a partire dalla selezione della provenienza del legno: i legni reperiti entro 300-700 km dalla sede produttiva (contrassegnati col logo Legno Più = Km Meno) mentre quelli che appartengono a filiere certificate da Catene di custodia FSC® o PEFC™. Ottiene il massimo delle Stelle Green il parquet con legno antico recuperato da masi e casali dismessi, accuratamente restaurato a nuova vita in tavoloni di parquet all’insegna del ridurre, riciclare, riutilizzare. Grande attenzione, inoltre, viene posta su adesivi e collanti utilizzati nella produzione, utilizzando colle viniliche prive di formaldeide e finiture a olio e cere naturali, mentre per la struttura oltre alla controbilanciatura per il secondo e il terzo strato di Abete e Larice di provenienza austriaca (quindi con una distanza di soli 300 km dalla sede aziendale da foreste certificate PEFC™). E, per finire, finiture a olio e cere naturali. Tutti i fascicoli di vendita Cadorin (da cataloghi a listini) sono illustrati e documentati per aiutare il cliente nella scelta del parquet, individuando legni e finiture e certificazioni.

Fonti energetiche pulite e rinnovabili per la produzione

L’intero ciclo produttivo di Cadorin impiega fonti di energia pulite e rinnovabili sia per l’energia termica che elettrica: ecco perché la sede ha ottenuto la certificazione energetica globale dell’edificio di produzione A+. Dal 1984 Cadorin, attraverso un impianto altamente tecnologico, produce energia termica utilizzando i trucioli di legno generati nella produzione. L’impianto genera energia termica pulita utilizzata nello stabilimento per: il riscaldamento invernale e l’alimentazione degli impianti produttivi (forni di essicazione legno e verniciatura). Annualmente così sono prodotti oltre 3 milioni di kilowatt di energia termica che coprono ampiamente l’intero ciclo produttivo. Tali valori equivalgono ad un abbattimento di emissioni di anidride carbonica (CO2) in atmosfera che, equiparata ad una combustione a gas metano, risulta pari a 620 tonnellate l’anno. Inoltre dal 2011 un impianto fotovoltaico, installato sul tetto dell’edificio produttivo, genera invece energia elettrica pulita per 250.000 kilowatt annui, che vengono interamente destinati al ciclo produttivo. Con questo impianto ad energia solare, Cadorin ottiene un risparmio di emissione di anidride carbonica nell’atmosfera pari a 130 tonnellate medie l’anno.
Il tutto totalizzando alla fine una riduzione di CO2 in atmosfera di 750 tonnellate l’anno.