Biohotel: la scelta turistica sostenibile

Ecco un interessantissimo biohotel, situato a Leutasch, a 1,7 km dall’impianto di risaluta Kreith, si tratta della Bio-Landpension Monika.

Ma Leutasch, situata su un vasto altipiano a un’altitudine di1136 metri, di poco inferiore della vicina Seefeld, è un paradiso dello sci di fondo. Infatti, nel 2019, qui si svolgeranno i campionati del mondo di questa specialità. D’inverno Leutasch appare come un vasto pianoro bianco, con tanti sciatori di fondo ai bordi. Con il sole, che fa brillare la neve, il paesaggio appare luminoso e scintillante. D’estate sulle stesse piste circolano coloro che vanno in bici intorno a sterminati prati verdi. Leutasch è un piccolo comune con appena 2.200 abitanti, ma dispone di molti alberghi e di almeno una mezza dozzina di ristoranti, dove con 20-30 euro si mangia molto bene. Inoltre, vanta un centro acquatico (Alpenbad), con piscina interna ed esterna riscaldata e idromassaggi vari che i turisti, ospiti degli alberghi, possono utilizzare gratuitamente.

Un notevole risparmio

BiohotelSi tratta di un risparmio di circa 17,50 euro a persona, di cui si può godere tutti i giorni e senza limiti di tempo. Ma perché Paolo è così entusiasta di questa pensione nel cuore dell’Austria, a circa mezz’ora da Innsbruck? Innanzitutto perché è gestita da una giovane coppia, Alessio Fiorentino e Theresa Klimitsch, appena sposati, che parlano entrambi l’italiano. Alessio viene da Reggio Emilia e alcuni anni fa aveva pensato di aprire un bar nella sua città, ma poi scoraggiato dalle spese di avviamento e dalla burocrazia, aveva accettato l’invito di una ragazza austriaca appena conosciuta a vivere in Austria e a tentare insieme di rilanciare la pensione gestita dalla madre che andava in pensione. Così l’albergo è stato trasformato in un bio hotel ed è diventato uno dei 100 alberghi europei con questa caratteristica. Questa scelta è stata vincente e ha spinto subito dopo la giovane coppia a costruire la loro casa biosostenibile nello stesso paesino, spendendo circa 3mila euro al metro quadrato e ottenendo alcune facilitazioni comunali per la scelta ecologica.

Il successo della formula Bio-hotel

Le ragioni del successo della Bioland Pension Monika vanno ricercate non solo nella scelta ecologica, ma anche nei prezzi molto interessanti.

Quest’ultima attrattiva ha un unico inconveniente: gli ospiti debbono prenotare con diversi mesi di anticipo! Ma quali caratteristiche deve avere un biohotel? «Ci sono criteri rigorosi per far parte dell’associazione dei biohotel (www.biohotels.info) – spiega Alessio a Casa Naturale -. Come, per esempio, fare acquisti solo di cibi biologici e utilizzare mobili ecologici, carta riciclata o proveniente da economia forestale sostenibile, saponi ecologici, eccetera». E poi aggiunge: «Far parte di questa associazione comporta controlli indipendenti e senza notifica, che costano diverse migliaia di euro l’anno».

Alessio e Theresa sono ovviamente dei grandi fan dell’agricoltura biologica e sono impegnati ogni giorno a “salvare il pianeta” con comportamenti biosostenibili.

Una regola etica di vita

Il loro impegno è diventato una regola di vita ed è visibile al massimo nella preparazione della colazione del mattino. Ai loro ospiti offrono marmellate, miele, succhi, uova, latte e formaggio biologici. E molti tipi di pane. Ma, soprattutto, frutta e verdure da agricoltura biologica.

Nei mesi estivi, le verdure sono raccolte quotidianamente dall’orto curato da Alessio.

biohotelNon è raro, quindi, vederlo al mattino con una zucca o delle melanzane in mano e poi, subito dopo, mangiare delle fragranti verdure alla griglia. La scelta di cibo per la prima colazione è vastissima e comprende anche i salumi, per coloro che proprio non ne possono fare a meno.

Alessio e Theresa comprano le materie prime dai piccoli produttori certificati bio, sia in Austria sia in Italia.

Gli ospiti della pensione sono coccolati tutto il giorno.

Nel pomeriggio, dopo una passeggiata a piedi o in bici (messe a disposizione gratuitamente dall’albergo), sulla consolle dell’ingresso c’è sempre una torta o dei dolci fatti in casa. La Landpension Monika è solo un bed&breakfast, ma è divertente la sera girare per i ristoranti di Leutasch o di Seefeld per scoprire la cucina austriaca. Magari dopo essersi ritemprati in una delle due saune di cui dispone questo piccolo albergo. A Leutasch è possibile mangiare anche del pesce freschissimo di lago o degli ottimi funghi.

Un contesto da incanto

BiohotelIl paesino dista meno di 10 chilometri dal confine tedesco e una visita alla vicina Mittenwald, famosa per l’arte liutaia e le case affrescate, è un must. Goethe, l’8 settembre 1786, di passaggio per il suo celebre viaggio in Italia definì Mittenwald un “vivace libro illustrato”. Chi vuole fare un’escursione più lunga, può andare a visitare i celebri castelli di Ludwig o addirittura recarsi a Monaco di Baviera, che dista solo120 chilometri. Chi non vuole andare lontano può recarsi a Seefeld e visitare il suo famoso casinò o fare una passeggiata ad Innsbruck per ammirare i suoi antichi palazzi ed entrare in uno dei suoi numerosi negozi, magari per comprare un cappello tirolese o un loden austriaco.