Apertura a nord

Del Rifugio Carlo Mollino sorto sulle piste del Weissmatten, nel Comune di Gressoney Saint Jean, si è già parlato ampiamente perché è stato inaugurato lo scorso 5 dicembre.

Quello che ci interessa ora è, invece, un aspetto specifico, la collaborazione al progetto da parte di Internorm che ha contribuito, in qualità di partner tecnico, allo sviluppo di un ambizioso progetto promosso dal Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino, dagli uffici tecnici del Comune di Gressoney Saint Jean e della Comunità montana Walser Alta Valle del Lys. L’architettura, sviluppata su modello del progetto “Casa Capriata” per la X Triennale di Milano (1954), una delle case ideali di Carlo Mollino rimasta opera incompiuta, è stata realizzata in Valle d’Aosta a distanza di sessant’anni, con l’intento di evidenziare il valore e l’attualità del progetto originario come manifesto dell’innovazione tecnologica e della prefabbricazione edilizia. Il progetto di ricerca si è concretizzato con la creazione di un edificio sperimentale ripensato in coerenza con i criteri progettuali indicati da Carlo Mollino. Un ruolo importante hanno avuto i prodotti Internorm utilizzati nell’edificio: il sistema Doppia finestra con oscurante Integrato in legno-alluminio HV 350 ed il portoncino d’ingresso in alluminio AT 400.

 

FINESTRA HV 350

Con la geniale combinazione dei materiali legno/termo schiuma altamente isolante/alluminio, i sistemi di finestra in legno/ alluminio di Internorm ideali per case a basso consumo energetico e passive, hanno trovato ampia applicazione in questo progetto.

Con il guscio in alluminio sulla parte esterna si mantiene una superficie resistente alle intemperie e facile da pulire; grazie alle tecnologie innovative, poi, tutte le finestre Internorm sono perfettamente adatte per case a basso consumo energetico e passivo e, in parte, disponibili anche come componenti certificati di case passive (secondo il Passivhausinstitut Dr. Feist/Darmstadt). Il triplo vetro di Internorm SOLAR+ presenta valori di termoisolamento e di efficienza energetica estremamente elevati.

Il coefficiente di trasmissione dell’energia totale (valore g) è del 20% superiore rispetto a una tripla vetratura standard. In questo modo aumenta anche il guadagno di energia solare del 20% – una fonte supplementare di riscaldamento gratuita e un contributo alla salvaguardia del clima.

Alcune caratteristiche della finestra HV 350:

• Sistema oscurante e di protezione dagli sguardi indiscreti integrato tra i vetri e, quindi, protetto da danni e agenti atmosferici.

• Ferramenta perfettamente nascosta.

• Termoschiuma altamente individualità. Il portoncino AT400 inalluminio dal design minimalista con battente con estetica complanare ne è un esempio. Eccellente anche nell’isolamento termico grazie alla speciale disposizione di differenti materiali (alluminio, resine epossidiche e schiuma isolante (priva di HCFC alogenati, HFC alogenati e HFC).

• 3 guarnizioni

 

PORTONCINO AT 400

La linea Home pure esprime eleganza, con uno spazio di personalizzazione che permette qualsiasi ricerca di rigida poliuretanica). Lo speciale battente della porta, grazie alla costruzione multistrato, assicura la massima stabilità, mentre la massiccia chiusura di sicurezza a più punti con chiavistelli a becco di pappagallo consente una sicurezza di base molto elevata.