sopraelevata in legno

Sopraelevazioni antisismiche in legno

Le violente scosse di terremoto che hanno messo in ginocchio il centro Italia, non avrebbero avuto gli stessi drammatici effetti di fronte a strutture in legno o in acciaio. Apparentemente sembrerebbe un’affermazione scontata, ma non troppo, considerando che in Italia la maggior parte delle case e dei palazzi è stata costruita più di 40 anni fa, quando le norme tecniche in materia di antisismica erano praticamente inesistenti.

La struttura

Oggi, una sopraelevazione, per essere a norma, dovrà rispettare dei criteri ben precisi:

-può aumentare la superficie di un immobile del 20% al massimo

-deve essere compatibile con il piano urbanistico locale

non deve deturpare l’aspetto architettonico degli edifici (soprattutto se di pregio storico),

non deve togliere luce ad altri inquilini

-deve rispettare le norme antisismiche

Inoltre la nuova costruzione dovrà essere necessariamente leggera, per non gravare sulle caratteristiche statiche e strutturali dell’edificio.

struttura in legno

Norme antisismiche

L’edificio da sopraelevare dovrà ovviamente risultare a norma in termini di prestazioni minime concernenti la resistenza, la duttilità e la deformabilità dell’intera struttura.

“Per il raggiungimento di un buon comportamento sismico di una costruzione sopraelevata è fondamentale la regolarità della struttura in pianta e in altezza, così come la duttilità delle sezioni e degli elementi strutturali

spiegano Michele Angeletti, ingegnere strutturista, e Fabio Freddi, ingegnere e ricercatore presso l’Università di Warwick, nonché consulente scientifico dell’Isi (Ingegneria sismica italiana).

Il materiale

Volendo evitare un intervento strutturale pesante, conviene puntare su materiali leggeri come legno o acciaio, ma in grado di offrire prestazioni elevate.

Legno

Tutte le peculiarità del legno, contribuiscono a renderlo il materiale da costruzione migliore in risposta alla minaccia sismica odierna. Tra queste evidenziamo le più importanti:

-si presta a sopraelevazioni alte

-rende meno invasivi eventuali interventi di adeguamento sismico

-riduce i tempi di realizzazione dell’opera

-è ecologico,

-può offrire prestazione termiche elevate

-è elastico