Spazio per tutti: una trifamiliare in bioedilizia

Quando si cominciano importanti progetti di vita, i sogni sono l’energia che fa trasformare tutto in realtà. Lo sono anche quando si parla di case.
Le difficoltà, si sa, ci sono: il terreno, il progetto, il finanziamento, gli impianti, le rifiniture. Anche per una casa prefabbricata in legno sono tutte questioni da dover affrontare, ma accompagnati da un valido supporto tecnico è più facile mettere da parte le preoccupazioni e dedicarsi a un sogno caldo come il legno.

Non credi sia possibile? Oggi ti raccontiamo la storia di una casa in bioedilizia che ha donato ai suoi nuovi proprietari una tripla soddisfazione. Il progetto, studiato su misura per una famiglia allargata, è stato realizzato dal produttore di case prefabbricate in legno Spazio Positivo.

Un terreno agricolo e la casa in bioedilizia

Il desiderio di una nuova casa inizia qui, in un campo di famiglia vicino a un centro abitato in provincia di Bolzano. Dopo tanti anni di attesa, era arrivato il momento di rendere edificabile il terreno e lasciare il vecchio appartamento in muratura dei genitori. Questo desiderio si è trasformato in una grande trifamiliare prefabbricata in legno, su progetto liberamente scelto dai committenti. Basta scale per arrivare alla porta e poco spazio per fare il bucato: ora la casa di questa famiglia è proprio come la volevano.

Elementi esterni della casa prefabbricata

La trifamiliare è stata progettata dall’ingegnere Andrea Forrer di Spazio Positivo e realizzata totalmente in bioedilizia, con una struttura a telaio, che ha permesso anche tempi molto brevi di costruzione. Le pareti sono isolate internamente e rifinite all’esterno con cappotto termico.

L’intero edificio è strutturato in tre unità abitative indipendenti, con una disposizione sfasata che conferisce dinamismo e unicità a questa casa. Il giardino che abbraccia l’edificio è completato da un comodo porticato, che permette a tutti di godersi gli ambienti esterni, d’inverno e d’estate. Lo stesso porticato è ripetuto anche sulla facciata della casa, per creare un gradevole spazio coperto che invita verso l’entrata, mentre i balconi al secondo piano sono protetti da un tetto spiovente, che facilita il riciclo dell’aria attraverso l’inserimento di abbaini mobili.

Gli interni nella casa in bioedilizia

Gli spazi interni di ognuna delle porzioni abitative sono stati realizzati secondo le richieste dei tre nuclei familiari. Tutti i dettagli sulle finiture, gli accessori, gli infissi e i colori sono stati definiti durante gli incontri di campionatura: un momento cruciale per dare finalmente forma ai propri sogni. In questa casa a due piani l’elemento principale è la scala che collega i diversi livelli, mentre zona living e cucina sono ospitate in un unico open space. Al piano superiore si trovano tre stanze e un bagno, per ospitare la famiglia in tutta comodità.

Gli impianti per il risparmio energetico

Una casa prefabbricata in legno è naturale non solo per il materiale costruttivo. In questa trifamiliare la componente di impiantistica è molto importante, sia per il basso impatto sull’ambiente, sia per il grande risparmio economico. Per il riscaldamento dell’acqua è stata installata una caldaia, lasciata per lo più a riposo grazie all’utilizzo del calore proveniente dai pannelli solari montati sul tetto. I pannelli fotovoltaici producono invece una grande quantità di elettricità, mentre il riscaldamento a pavimento permette un riscaldamento omogeneo nelle stagioni più fredde.

Ecco quindi come è possibile costruire e soprattutto vivere naturale. Lasciate da parte i pensieri e affidatevi agli esperti per dare forma al vostro sogno.

 

SPAZIO POSITIVO BY RENSCH-HAUS
Viale dell’industria, 33 – Pergine Valsugana (TN)
0461 510704 – info@spaziopositivo.com
www.spaziopositivo.com